HOW TO BUILD UP A CLIL LEARNING UNIT – APPROCCI e TECNICHE per costruire un’unità di apprendimento CLIL

Quali sono gli approcci e le tecniche da seguire quando proponiamo un’attività CLIL in classe? Quali competenze linguistiche e disciplinari promuovere senza sacrificare il contenuto o privilegiare solo questo? Come facilitare la comunicazione? Come organizzare la classe e i tempi? Qualche indicazione di massima…

LA CURA DEL LINGUAGGIO

Gli insegnanti e gli studenti CLIL hanno bisogno di cimentarsi con il linguaggio della disciplina coinvolta. Il linguaggio content-obligatory include il vocabolario, le strutture grammaticali e il linguaggio funzionale. Per esempio, in un modulo CLIL di geografia occorre conoscere il vocabolario relativo alle carte geografiche ma anche all’interpretazione  dei dati mostrati su una carta. Occorre inoltre conoscere il linguaggio meno formale che gli alunni possono avere già appreso studiandolo nelle ore di lingua. In questo caso si tratta di linguaggio content-compatible.  Per esempio la differenza tra “to go” e “to travel” sarà molto probabilmente nota, sempre in geografia, come l’uso del condizionale può essere usato nel descrivere rapporti di causa-effetto (esempio: cambiamenti climatici) Infine il linguaggio subject-specific  è l’insieme dei termini tecnici e specifici di una disciplina. Nel medesimo esempio, latitude e longitude sono termini altamente specifici della geografia. E’ comunque utile ricordare sempre che l’obiettivo centrale delle lezioni CLIL è la comprensione di contenuti disciplinari, non le strutture grammaticali. Ricerche condotte nelle classi CLIL di varie parti di Europa mostrano che la maggioranza degli insegnanti CLIL non insegna la grammatica durante le lezioni. E’ comunque utile fare prendere nota  dei “chunks”, cioè raggruppamenti di parole collegati a un certo tipo di capacità cognitiva e a particolari frasi tipo, piuttosto che sul significato delle parole singole. Proviamo a fornire qualche esempio di vocabolario ripreso da lezioni CLIL di matematica Group 1 – CONTENT-OBLIGATORY O SUBJECT-SPECIFIC circle circumference diameter Group 2 – CONTENT-COMPATIBLE OR GENERAL VOCABULARY centre number size Group 3 – HIGH AND MEDIUM FREQUENCY WORDS about across many Group 4 – COLLOCATIONS sharp rise dramatic fall

 In definitiva, l’insegnante CLIL, relativamente alla cura del linguaggio, dovrà:

  • evidenziare il vocabolario
  • modellizzare frasi tipo
  • far sì che gli alunni siano rilassati sull’uso della lingua
  • correggere gli alunni immediatamente dopo che hanno fatto un errore, soprattutto di vocabolario subject-specific
  • analizzare gli errori per identificare le difficoltà. Spesso emergono dall’applicazione della lingua madre a quella veicolare.

LO STIMOLO ALLA COMUNICAZIONE 

La  Commissione Europea per la Cultura e l’Educazione (http://ec.europa.eu/dgs/education_culture/index_en.htm) ritiene che il CLIL “permetta agli alunni di sviluppare abilità linguistiche che enfatizzino una comunicazione efficace…. per fini sostanzialmente pratici” (Eurydice Survey, 2006). Le abilità comunicative da promuovere e su cui si può focalizzare la finalità di un’unità di apprendimento CLIL, si possono riassumere nelle seguenti tipologie di base: 1- Dare esempi 2- Descrivere processi 3- Esprimere condizioni e individuare rapporti causa effetto 4 – Descrivere tendenze nel presente 5- Discutere finalità e obiettivi 6- Dare definizioni 7- Esprimere accordo o disaccordo 8- Riferire cosa è stato detto o letto 9- Esprimere e giustificare una propria opinione 10 – Fare generalizzazioni 11- Dare istruzioni 12- Fornire approssimazioni numeriche 13- Interpretare dati 14- Fare e giustificare predizioni 15 – Presentare soluzioni 16- Suggerire soluzioni In alcuni casi, se l’uso della lingua veicolare non è agevole e gli alunni sono inibiti, si può ricorrere del tutto o in parte all’aiuto della lingua madresoprattutto agli inizi.   QUALI TECNICHE USARE PER  PROMUOVERE LE ABILITA’ COMUNICATIVE? L’uso di un brainstorming iniziale e finale è sempre consigliato così come la suddivisione di compiti, in modalità cooperative learning, assegnando a gruppi ruoli diversi, ciascuno dei quali dovrà poi relazionare con gli altri e in periodiche “plenarie”. Gli alunni devono nel caso di brainstorming iniziale hanno il compito di annotare cosa sanno già riguardo a un argomento (PRE-KNOWLEDGE), nel caso di brainstorming finali, o periodici, cosa hanno appreso e cosa desidererebbero ancora sapere. E’ importante che alla fine dell’unità di apprendimento gli alunni giungano poi a un proprio prodotto finale. Gli strumenti utili per la realizzazione di esso saranno discussi nel prossimo modulo, con esempi. La comunicazione significativa tra alunni viene stimolata continuamente durante l’unità dai seguenti accorgimenti:

  • ·L’uso di continue domande stimolo, aperte, proposte dall’insegnante o dagli alunni stessi
  • ·incoraggiare alla collaborazione durante le discussioni
  • ·invitare a dare propri feedback o opinioni nei riguardi dei compagni, usando criteri prestabiliti
  • ·rivisitare ciò che è stato appreso discutendo in coppia le risposte a domande
  • ·condividere idee prima e dopo avere scritto
  • ·fare ricerche su Internet
  • ·preparare presentazioni (come Power Point o Prezi) o poster
  • ·prendere parte a giochi di ruolo
  • ·dare dei feedback alla fine del modulo CLIL.

COME PIANIFICARE UN’UNITA’ DI APPRENDIMENTO CLIL? Riassumiamo L’unità di apprendimento CLIL dovrebbe prevedere in definitiva le seguenti fasi essenziali, qui di seguito riassunte

  • ·Brainstorming (warming up)
  • ·Lavoro di gruppo alternato a plenarie di feedback
  • ·Attività in modalità Flipped classroom e di tipo laboratoriale (hands-on e minds-on)
  • ·Varietà di attività e continua flessibilità
  • ·Adattamento alla situazione di lavoro e ai bisogni dei presenti
  • ·Attività brevi, cadenzate, variate
  • ·Tempo per la discussione e la condivisione

2 commenti

  1. Do you mind if I quote a couple of your articles as long as I provide credit and sources back to
    your blog? My website is in the very same area of interest
    as yours and my users would definitely benefit from
    some of the information you provide here. Please let me know if this okay with you.
    Regards!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...